facebook

Clube Atlântico de Esgrima

Logotipo
Aprender com os erros dos Outros. PDF Versão para impressão Enviar por E-mail

Marco Ciari, jovem sabrista Italiano de 24 anos, acusou positivo no controlo antidoping aps os Campeonatos Nacionais em Julho.

A 24 de Agosto, o site oficial da Federao Italiana de Esgrima publicou uma carta aberta do atirador pedindo desculpas pelo seu acto, assumindocompletamente a irresponsabilidade do comportamento do qual resultou esta situao.

"Livorno

Al Presidente del CONI Dr. Gianni Petrucci
Al Presidente della F.I.S. Maestro Giorgio Scarso
A Tutti i Consiglieri della F.I.S.
Al Maestro Andrea Magro
A Tutti i Maestri ed allo Staff Tecnico della Nazionale di Sciabola
Al Comandante del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle Gen. B. Dr. Gianni Gola

Ho cominciato a realizzare pienamente quanto successo e Vi scrivo queste parole perch sento il dovere di scusarmi profondamente per l'inqualificabile comportamento che ho tenuto in quella maledetta serata di inizio estate; una cretinata stata sufficiente a macchiare, forse indelebilmente, la mia carriera sportiva e la dignit di atleta e di uomo. Non servono giustificazioni, non servono controanalisi, colpa mia...ci tengo comunque a chiarire che l' assunzione di sostanza proibita stata fatta solo per uno stupido ed ingiustificabile momento di leggerezza con gli amici; mai e poi mai c' stata intenzione da parte mia di aumentare le prestazioni psico- fisiche allo scopo di compiere una frode sportiva. Purtoppo mi rendo conto che ho tradito la fiducia di tutti: dei miei Genitori, del CONI, della F.I.S., Presidente e Dirigenti tutti, che si sono sempre dimostrati vicini e disponibili; del mio Gruppo Sportivo Fiamme Gialle che ha creduto in me fin dalla fondazione della sezione scherma e che mi ha supportato al massimo delle disponibilit e competenza; dei Maestri, dello Staff tecnico e dei Compagni di squadra con cui ho trascorso momenti bellissimi ed esaltanti, che resteranno per sempre impressi nella mia mente. Vorrei poter tornare indietro, vorrei poter cancellare quel momento di follia, vorrei non aver mai tradito la scherma: uno sport pulito, trasparente ed esaltante, dove tutto si basa sul sano agonismo e sul rispetto dell'avversario, cosa, per altro che non mai mancata da parte mia. Spero di poter essere al pi presto reintegrato, perch amo il mio sport: mi pento e mi pentir amaramente di quella sciocchezza ma, Vi prego, non mi considerate un dopato o un drogato, casomai un cretino che per gli eccessi di una serata rischia di buttare in fumo dieci anni di lavoro ed una futura possibile carriera sportiva piena di soddisfazioni. Sar dura stare lontano dai campi di gara, per sono pronto ad espiare la mia colpa; sono strapentito per quanto ho commesso ed in particolare per il danno di immagine che ho provocato al CONI, alla scherma italiana ed al Gruppo Sportivo Fiamme Gialle e, soprattutto, per il dolore che ho causato alla mia mamma ed al mio babbo.
Sinceramente.


Marco Ciari"

Marco Ciari em http://www.federscherma.it/news.asp?i=48039&s=7

... Porque h coisas que nunca fazem o devido sentidoquando explicadas por Pais e amigos... que se possa aprender algo com os erros dos Outros.

Comentarios (1)

Felizmente....
0
Felizmente somos livres de escolher o que queremos.
O que eu não entendo são aqueles que não escolhem.
Ou, escolhendo, etendem que deve ser a vida que manda em nós em vez de sermos nós a mandar nela.

Há sempre um caminho mais fácil, normalmente de direcção desconhecida e com um só sentido.
Miguel Amaral , 26 de Agosto de 2007

Escreva seu Comentario

Voce precisa estar logado para postar um comentario. Por favor registre-se se caso nao tenha uma conta

busy

Desenvolvimento de sites por Made2Web
® 2008 - Clube Atlântico de Esgrima
Todos os Direitos Reservados